Pagina iniziale

Chi siamo

Links

Contattaci

Lacerazione della Cuffia dei Rotatori

La lacerazione della Cuffia dei Rotatori è la causa più comune di dolore e disabilità nella popolazione adulta. La cuffia dei rotatori è formata da quattro muscoli e i loro tendini; questi si combinano a formare una “cuffia” sopra la testa dell’omero.

I quattro muscoli sono: Sopraspinato, Infraspinato, Sottoscapolare e Teres Minor che hanno origine dalla scapula e insieme formano un’unica unità tendinea, che si inserisce nella grande tuberosità dell’omero. La cuffia dei rotatori aiuta ad alzare e ruotare il braccio e a stabilizzare la testa dell’omero nell’articolazione. Principalmente le lacerazioni avvengono nel Sopraspinato ma possono coinvolgere anche altre parti del tendine.

Fattori di rischio e Prevenzione

La lacerazione della cuffia dei rotatori è comune nella popolazione sopra i quaranta anni, ma può colpire anche pazienti più giovani come conseguenza di un trauma o di lavori ripetitivi con le braccia sopra la testa o attività sportive. La lacerazione della cuffia può avvenire anche a causa di un altro trauma tipo una frattura o una lussazione.

Sintomi

I sintomi della lacerazione della cuffia dei rotatori si possono sviluppare in maniera acuta o possono anche avere uno sviluppo più graduale. Il dolore acuto, normalmente, segue un trauma come quello dovuto a un sollevamento di un peso o una caduta sul braccio predisposto. Normalmente è più comune uno sviluppo graduale, come già abbiamo detto nel nostro articolo Impingement sub-acromiale: essa ne è la conseguenza se non trattato in maniera corretta a causa della degenerazione del tendine.

Il dolore può essere percepito sulla parte anteriore della spalla che s’irradia lungo il lato del braccio, all’inizio esso può essere di lieve entità e quindi può essere facilmente sedato con anti-infiammatori; ma nel tempo esso diventa sempre più evidente e non lascia tregua al sofferente perfino quando il braccio è in riposo. Altri sintomi possono includere rigidità e perdita della mobilità.

Quando la lacerazione avviene a causa di un trauma vi è un dolore improvviso, una sensazione di strappo ed un’immediata debolezza del braccio.

Diagnosi

La diagnosi della lacerazione della cuffia dei rotatori è basata sui vostri sintomi, dall’esame biomeccanico e dallo studio degli esami di diagnostica per immagini, in questo caso specialmente RMN e TAC. Verrà esaminata la vostra spalla per vedere se vi è qualche deformità o dolorabilità in qualche sua parte, verrà esaminato il suo range di movimento nelle varie direzioni e testata la forza del braccio.

L’Osteopata, fra l’altro, esaminerà il vostro collo per essere sicuro che il dolore non provenga da qualche nervo pinzato nel tratto cervicale e che non sia causato da osteo-artrite o artrite reumatoide.
Alcuni segni della lacerazione della cuffia dei rotatori comprendono:

• Atrofia o parziale perdita del tono dei muscoli della spalla
• Dolore quando il braccio viene alzato
• Dolore quando il braccio viene abbassato da una posizione elevata
• Debolezza quando il braccio viene alzato o ruotato
• Crepitazione o sensazione di scroscio quando la spalla viene mossa in alcune posizioni

RX della spalla con lacerazione della cuffia dei rotatori usualmente mostrano osteofiti. Una RMN può talvolta aiutare a distinguere una lacerazione totale da quella parziale e può mostrare se la lacerazione è nel tendine stesso o se il tendine è staccato dall’osso.

Trattamento

Una volta diagnosticata la lacerazione della cuffia dei rotatori, se la lacerazione è minima è bene iniziare con l’intervento conservativo grazie ai trattamenti Osteopatici e i sistemi terapeutici non invasivi, ad essi sinergici, che spesso danno buoni risultati; ma se la lacerazione è di media o di grande entità è indicato solo il trattamento chirurgico di esclusiva competenza del medico ortopedico, per poi, in seguito, tornare dall’Osteopata che vi aiuterà a ripristinare in tempi ottimali la forza e la mobilità dell’articolazione.

Trattamento chirurgico

Il tipo d’intervento chirurgico che viene scelto dipende dalla misura, forma e localizzazione della lacerazione. In generale tre sono gli approcci disponibili chirurgicamente:

1. In via Artroscopica
2. Mini-incisione
3. Incisione ampia dell’articolazione


Il vostro chirurgo ortopedico vi deciderà la tecnica più adatta per voi.

 

Giovanni Turchetti

Articoli

» Anatomia e Fisiologia del Trauma, il Dolore e la sua Soluzione
» Cuffia dei Rotatori
» Impingement della Spalla
» L'insorgenza della Periartrite
» Lacerazione della Cuffia dei Rotatori
» Periartrite Scapolo-Omerale
» RIT: La Soluzione
» Sprain e Strain
» Trattamento Osteopatico della Periartrite
» VIRTU’ E LIMITI DELL’OSTEOPATIA

Ricerca veloce:

Dott. Giovanni Turchetti DO ND
Membro della British Osteopathic Association (BOA)
Membro del Australian Osteopathic Association (AOA)
Membro del Deutscher Verband für Osteopathische Medizin (DVOM)
V.le Nervi 04100 LATINA - Tel. 347/3270604 339/6641830 - Email: info@osteopata.it

c/o studio "Lodispoto" - Via Eleonora Duse 22 00197 Roma Tel. 06/8074686 06/80690390
c/o "Simoncelli" - Piazza Santa Restituta 21 Sora FR Tel.0776/832100


AVVISO AI NAVIGANTI

Si invitato i gentili visitatori a diffidare da alcuni commenti ancor presenti su internet che ledono la dignità, il decoro professionale ed il prestigio del dott. Giovanni Turchetti e del suo staff. Verso il responsabile di tali ingiurie e diffamazioni si sono intraprese le più adeguate iniziative legali in Italia e all'estero. Teniamo altresì a precisare che l'autore di tali azioni non è, ne è mai stato un paziente del dott. Turchetti.
Per avere maggiori informazioni in merito alla vicenda è possibile scrivere a info@osteopata.it. Saremo ben lieti di poter dissipare nel visitatore tutti i dubbi eventualmente sorti navigando su siti poco "affidabili".


Copyright© 2006-2009. Tutti i diritti riservati. Informativa legale
Sito web progettato e realizzato da CreazioneSiti.it